Agenzia regionale per il lavoro dell'Emilia-Romagna > Centri per l'impiego > Schede informative
Schede informative
Curriculum vitae. Traccia e suggerimenti

TRACCIA

CURRICULUM VITAE DI ……………………………………………………

   (è consigliabile indicare nell’intestazione il proprio nome e cognome)

DATI ANAGRAFICI 
Nome e cognome:(non è necessario ripetere i dati se già indicati nell’intestazione)
Luogo e data di nascita:………………………………………………………………………………………………………
Cittadinanza:(da indicare solo se diversa da quella italiana)
Residenza:(l’indicazione deve essere completa di via, numero civico, CAP e città di residenza)
Domicilio:(da indicare solo se diverso dalla residenza)
Recapiti telefonici:(può essere utile indicare il numero di cellulare)
E-mail: ………………………………………………………………………………………………………
Patente:           (indicare il tipo di patente posseduta e se automuniti)
Iscritto a liste particolari:      (mobilità, collocamento mirato L. 68/99)
Scadenza permesso di soggiorno:(solo per i cittadini extracomunitari)
  
STUDI E FORMAZIONE 
AnnoDiploma di ……… conseguito presso l'Istituto ……… di (città) con votazione ………
AnnoIscritto/a al ……… anno del Corso di Laurea in ……… presso la Facoltà di ……… dell'Università di  ……… Esami sostenuti: (solo in caso di interruzione degli studi) ………
AnnoLaurea in ……… conseguita presso la Facoltà di ……… dell'Università di ……… con votazione ……… Tesi in  ………
FORMAZIONE COMPLEMENTARE 
AnnoCorso di formazione professionale di ……… (indicare il titolo del corso) presso  ……… (indicare  l’ente di formazione) della durata di ……… ore, con il rilascio di attestato di ……… (indicare  il titolo rilasciato).
AnnoStage della durata di  ……… ore come  ……… (indicare il profilo e i compiti svolti) presso l’Azienda  ……… di  ……… (città).
AnnoMaster / Corso di specializzazione / Corso di aggiornamento  ……… (indicare il titolo del corso) presso  ……… (indicare l’ente di formazione) della durata di  ……… ore, con il rilascio di attestato di ………

CONOSCENZE

LINGUISTICHE

Indicare il livello di conoscenza scritta e parlata delle lingue straniere conosciute, (base, discreto, buono, ottimo, madrelingua e tecnico) e le modalità di apprendimento (scolastica, soggiorno all'estero, corsi di aggiornamento).
COMPETENZE INFORMATICHE 
Sistemi operativi(es: Windows, Mac)
Programmi(es: Word, Excel, Access, Internet, posta elettronica)
Linguaggi di programmazione(es: Visual Basic, C++)
ESPERIENZE PROFESSIONALI 
Dal  ………. al  ……….(indicare la qualifica professionale) presso l’azienda ……… di  ……… (città) operante nel settore  ……… (indicare brevemente il settore produttivo dell’azienda) con contratto di  ……… Mansioni svolte: ………
ALTRE ATTIVITÀIndicare in modo molto sintetico le attività extra professionali, gli interessi e gli hobby che possono essere utili rispetto alla valutazione delle proprie qualità personali e professionali.
DISPONIBILITÀIndicare l’eventuale disponibilità alla mobilità e a particolari forme contrattuali.
  


SUGGERIMENTI PER LA STESURA

I paragrafi principali di cui si compone un curriculum vitae sono:


Dati anagrafici.
In questa sezione vanno indicati con precisione tutti i dati che consentono l’identificazione e la reperibilità: nome e cognome (è possibile indicarli anche solo nell’intestazione del curriculum), luogo e data di nascita, cittadinanza, residenza, i propri recapiti telefonici, l’indirizzo e-mail. Può essere utile indicare l’iscrizione al Centro per l’impiego e l’eventuale appartenenza a particolari categorie (mobilità, collocamento mirato L. 68/99, disoccupazione di lunga durata).


Studi e formazione.
Questa sezione deve riportare informazioni sugli studi svolti all’interno di Scuole Superiori, Università, Accademie. Per ogni titolo di studio vanno indicati l’anno di conseguimento, il tipo di titolo di studio, il nome e la sede dell’istituto. Se si è in possesso di una qualifica o di un diploma è consigliabile tralasciare il conseguimento della licenza media. I laureati possono inserire una breve descrizione del proprio indirizzo di studi e specificare la materia e il titolo della tesi, evitando di elencare gli esami sostenuti.


Formazione complementare.
Questa sezione riguarda le esperienze di formazione professionale: corsi post-diploma, post-laurea, di aggiornamento e brevi stage aziendali all’interno di percorsi di studio e formazione. Per ciascuna esperienza vanno indicati l’anno, il titolo del corso, l’ente o azienda presso cui è stata svolta, la durata (preferibilmente espressa in ore), le principali materie di studio, il titolo/attestato conseguito e le abilità apprese.


Conoscenze linguistiche.
In questa sezione vanno indicate le lingue straniere conosciute, specificando per ognuna il livello di conoscenza scritta e parlata (base, discreto, buono, ottimo, madrelingua e tecnico) e le modalità di apprendimento  (scolastica, soggiorno all'estero, corsi di aggiornamento).


Competenze informatiche.
In questa sezione è utile indicare il livello di conoscenza di sistemi operativi, programmi e linguaggi di programmazione, oltre alla conoscenza di Internet e posta elettronica.


Esperienze professionali.
Questa sezione include tutte le esperienze lavorative di breve e lunga durata, formali ed informali. I neo diplomati e neo laureati possono indicare qui le esperienze di stage di durata significativa svolte al termine di percorsi di studio e i tirocini formativi. Per ciascuna esperienza vanno indicati il periodo di svolgimento, l'azienda e il settore produttivo in cui opera, la qualifica ricoperta, il tipo di rapporto, i compiti e le responsabilità. Ad esempio, se il ruolo indicato è quello di impiegato amministrativo, le attività svolte possono essere: imputazione di prima nota, controllo e registrazione di bolle e fatture, emissione note di credito, gestione libri inventari… Nel caso di rapporti di lavoro svolti senza contratto, è possibile essere più vaghi nella descrizione dell’azienda, limitandosi ad indicare per esempio la città ed il settore di appartenenza.


Altre attività.
In questa sezione è possibile indicare tutte quelle attività che rientrano nella sfera del tempo libero e che si ritengono utili rispetto alla valutazione delle proprie qualità personali e professionali.


Disponibilità.
In questa sezione vanno indicate la disponibilità alle diverse forme contrattuali e ad eventuali viaggi e spostamenti.


Ricordiamo che le esperienze contenute nei paragrafi Studi e formazione, Formazione complementare e Esperienze professionali possono essere elencate in ordine inverso a quello cronologico, cioè iniziando da quella più recente a quella più lontana nel tempo. Questa tecnica consente di dare maggiore evidenza all’ultima esperienza fatta. Lo stesso ordine – cronologico “normale” o cronologico “inverso” - va applicato in modo omogeneo in tutto il curriculum.


Allegati