Agenzia regionale per il lavoro dell'Emilia-Romagna > Centri per l'impiego > Schede informative
Schede informative
Colloquio individuale

Il colloquio di selezione serve ad accertare le capacità del candidato e a valutarne, in termini complessivi, gli atteggiamenti e il carattere in rapporto allo stile e al sistema di valori dell'azienda. Allo stesso tempo è utile al candidato per verificare che l'impiego sia il più possibile rispondente alle proprie aspettative e motivazioni, oltre che consono alle proprie capacità. Solitamente avviene in una fase successiva all'invio del curriculum o della lettera candidatura rispetto ad un’offerta di lavoro.


Tipologie di colloquio

  • Colloquio psico-attitudinale, dove il selezionatore (titolare dell’Azienda, psicologo e consulente) analizza soprattutto il curriculum, la storia personale, le motivazioni per verificarne la congruenza con caratteristiche richieste dall'azienda e dalla posizione.
  • Colloquio tecnico, dove sono verificate le reali capacità e attitudini del candidato verso il ruolo che dovrà svolgere (ricoprire) in azienda.

Domande inerenti l'iter formativo
Le domande inerenti l'iter formativo, in particolare per i candidati alle prime esperienze lavorative, hanno lo scopo di approfondire il livello di scolarizzazione del candidato, il tipo ed il livello di conoscenze tecniche acquisite, la coerenza del percorso di studi, la motivazione delle scelte effettuate.


Esperienze formative - Qual è stato il suo percorso di studi?

  • Presentare il proprio iter formativo (mettere in evidenza eventuali titoli di merito e aspetti del percorso coerenti con il ruolo oggetto di selezione)
  • Motivare le scelte compiute (esprimere una motivazione coerente con il proprio iter scolastico e professionale)

Motivazione alla formazione - Sarebbe interessato a frequentare corsi di formazione?

  • Mettere in evidenza l'interesse e la disponibilità ad una costante crescita delle proprie conoscenze e competenze

Altre possibili domande

  • Perché ha scelto questo percorso di studi? È soddisfatto della scelta?
  • In quali materie ha ottenuto i risultati migliori? In quali i peggiori?
  • Quali sono state le materie preferite? Quali le meno interessanti?
  • Come sono stati i rapporti con i docenti e i compagni?
  • Quali sono state le difficoltà e i problemi incontrati? Come li ha affrontati?
  • Quali sono stati i motivi e le conseguenze di eventuali periodi di crisi?

Domande inerenti l’iter professionale
Le domande inerenti l’iter professionale per i candidati che hanno già maturato un'esperienza (retribuita e non), hanno lo scopo di accertare l'esperienza acquisita, la posizione ricoperta, i risultati ottenuti, ecc. Per le persone che non hanno invece mai lavorato, tali domande tendono a capire quale sia il livello delle competenze tecniche e specifiche possedute, valutando la capacità del candidato di padroneggiarle nell’attività lavorativa quotidiana.


Esperienze professionali - Vuole presentare liberamente il suo curriculum lavorativo?

  • Presentare le tappe significative nel proprio sviluppo professionale, i principali ruoli ricoperti, le competenze acquisite e sviluppate (è importante mettere in relazione le esperienze/conoscenze acquisite con le caratteristiche del ruolo per il quale ci si candida)

Motivazioni lavorative - In generale, cosa si aspetta dal lavoro?

  • Mettere in evidenza le motivazioni alla base delle scelte professionali compiute (è importante sottolineare aspetti che possano favorire un'opinione positiva da parte del selezionatore, ad esempio il desiderio di progredire nella propria carriera; evitare se possibile di evidenziare eventuali difficoltà relazionali con datori e colleghi di lavoro)
  • Sottolineare le motivazioni per la mansione proposta (accrescere le proprie competenze professionali in riferimento all'attività svolta dell'azienda, al ruolo in questione, evidenziando la propria disponibilità ed adattabilità)

Aspettative - Quanto pensa di guadagnare?

  • Evitare riferimenti rigidi alle situazioni contrattuali e retributive, mostrandosi ragionevoli senza per questo ignorare i livelli contrattuali presenti

Altre possibili domande

  • Quali sono state le sue principali attività svolte e le responsabilità assunte?
  • Quali sono le attività in cui crede di avere dato il meglio?
  • Quali sono stati i maggiori problemi incontrati? Come sono stati affrontati?
  • Quali erano i rapporti con superiori e colleghi?
  • Per quali motivi nel passato ha cambiato lavoro?
  • Perché le interessa questo lavoro? Quali vantaggi intravede?

Domande personali
Le domande personali hanno non tanto la finalità di indagare la sfera personale privata del candidato, quanto di agevolare il selezionatore nell’individuare le competenze trasversali utili a ricoprire il ruolo professionale in questione (leadership, capacità organizzative, gestionali, senso di realtà, ecc.).


Esperienze personali - Quali sono i suoi interessi nel tempo libero?

  • Presentare interessi, hobby, viaggi all’estero (importanti per definire la competenze trasversali e per verificare la compatibilità degli interessi con il lavoro in questione)

Aspettative - Quali sono i suoi progetti futuri?

  • Illustrare il proprio progetto personale di vita (è importante che non sia in contrasto con le aspettative dell'azienda)
  • Presentare le proprie aspirazioni professionali (definiscono la congruenza rispetto al ruolo professionale per quale ci si candida)

Caratteristiche personali - Quali ritiene che siano i suoi punti di forza?

  • Presentare gli aspetti personali positivi e da migliorare (essere sinceri rispetto alla valutazione delle proprie caratteristiche, mettendo comunque in evidenza elementi come l'autonomia, la responsabilità, l'iniziativa, la creatività, ecc.; tali domande mettono anche in evidenza aspetti legati alla capacità di analisi del candidato)

Altre possibili domande

  • Quali sono i suoi pregi e quali i suoi difetti?
  • Come si potrebbe descrivere?
  • Qual è l’aspetto di sé che le crea maggiori problemi?
  • Qual è l’aspetto di sé che la aiuta maggiormente?
  • Che opinione ha di sé e dei risultati finora ottenuti?
  • In generale cosa si aspetta dal lavoro?
  • Quali traguardi lavorativi si prefigge? Entro quanto tempo?