Agenzia regionale per il lavoro dell'Emilia-Romagna > Centri per l'impiego > Progetti
Progetti
Valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale per uno sviluppo sostenibile in Europa 2005-2006 - PROGETTO CONCLUSO
Leonardo da Vinci

La Provincia di Ravenna in collaborazione con l’ Università di Bologna - Polo Scientifico-Didattico di Ravenna, il Consorzio Provinciale per la Formazione Professionale di Ravenna e il SIDI-Eurosportello della Camera di Commercio di Ravenna ha promosso il progetto “Valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale per uno sviluppo sostenibile in Europa”, finanziato dal Programma comunitario Leonardo da Vinci.
Il progetto ha assegnato 15 borse di studio per effettuare tirocini all’estero, a laureati in scienze ambientali e conservazioni dei beni culturali del Polo Didattico di Ravenna dell'Università di Bologna.
I tirocini sono stati organizzati con l'obiettivo di sviluppare nuove competenze gestionali nell’area della tutela, promozione, valorizzazione dei beni culturali e ambientali nella prospettiva della sostenibilità e della prevenzione.

I soggetti stranieri partner del progetto hanno accolto i tirocinanti per 26 settimane dalla fine di gennaio alla fine di luglio 2006. Si tratta di enti e imprese dei seguenti Paesi membri dell’Unione Europea e dello Spazio Economico Europeo: Francia, Germania, Malta, Romania e Spagna.


Prima di partire i giovani laureati hanno frequentato un corso di lingua straniera (inglese, francese, tedesco o spagnolo) scegliendo quella del paese ospitante o una lingua veicolare nel caso dei tirocini proposti in Romania e a Malta.


A conclusione del percorso le competenze acquisite dai tirocinanti sono state certificate attraverso il dispositivo europeo per la certificazione delle competenze Europass Mobilità.



L’esperienza di mobilità europea dei laureati che hanno partecipato al progetto è risultata positiva e i beneficiari hanno valutato il tirocinio come un’opportunità di grande valore che ha consentito loro di essere più competitivi nel mercato del lavoro, di conoscere e/o migliorare una lingua diversa dalla propria e di sperimentare la capacità di adattamento a nuove realtà.


Ecco le testimonianze di alcuni borsisti che hanno partecipato al progetto: Serena Scardovi, Fabio Benzoni e Elena Mirri.